Caro Babbo Natale, portami l’estate!

Tag

, , , , , , ,

Gli inguaribili nostalgici, amanti del mare come me non hanno dubbi.

Ok il calore delle feste natalizie, ok le lucine, ok lo stare in famiglia, ok l’atmosfera e bla bla bla….. ma la mente corre sempre e di frequente, a quei pomeriggi che magicamente diventavano sera, liberi sulla spiaggia. Quando un semplice vestito buttato addosso, e si è subito pronti per uscire, dove la sera tirare tardi è un piacere per godere della frescura desiderata intensamente tutto il giorno.

Quando la mattina ti svegli sudato e corri fuori a fare colazione cercando subito il primo raggio di sole ancora tiepido. Ti sbrighi per raggiungerlo, nella sua calma costante e leggera del mattino, per ammirarlo nel suo luccichio prezioso, per riuscire ad essere solo quando ancora in spiaggia non è arrivato nessuno e sentirlo tuo: il Mare.

E niente, butti lo sguardo fuori dalla finestra, alle 4 del pomeriggio è già buio e l’unico sollievo sono i pensieri.. che ti accompagnano dove preferisci

Borsellino portaocchiali, portatrucchi, portaoggetti *cucito a mano* €15,00

.

 

 

 

 

Annunci

Ode Al Pomodoro*P. Neruda

Ama la natura, e tutti i suoi frutti.

youtube.com/watch

La strada

si riempì di pomodori,

mezzogiorno,

estate,

la luce

si divide

in due

metà

di un pomodoro,

scorre

per le strade

il succo.

In dicembre

senza pausa

il pomodoro,

invade

le cucine,

entra per i pranzi,

si siede

riposato

nelle credenze,

tra i bicchieri,

le matequilleras

la saliere azzurre.

Emana

una luce propria,

maestà benigna.

Dobbiamo, purtroppo,

assassinarlo:

affonda

il coltello

nella sua polpa vivente,

è una rossa

viscera,

un sole

fresco,

profondo,

inesauribile,

riempie le insalate

del Cile,

si sposa allegramente

con la chiara cipolla,

e per festeggiare

si lascia

cadere

l’olio,

figlio

essenziale dell’ulivo,

sui suoi emisferi socchiusi,

si aggiunge

il pepe

la sua fragranza,

il sale il suo magnetismo:

sono le nozze

del giorno

il prezzemolo

issa

la bandiera,

le patate

bollono vigorosamente,

l’arrosto

colpisce

con il suo aroma

la porta,

è ora!

andiamo!

e sopra

il tavolo, nel mezzo

 

Colori D’Autunno

Le foglie saltellano in una danza nervosa, sospinte dal vento che le vuole separare dalla loro dimora, ricordando loro che ormai non è più il momento rigoglioso delle rinascite, ma è tempo di abbandonarsi all’oscuro avvenire dei giorni freddi, inzuppate da gelide nebbie e piogge copiose, che le sommergono di nostalgiche lacrime, al solo pensiero del vivo verde vestito che ha lasciato posto al senape manto che le accompagnerà per il prossimo breve futuro.

Autunno, stagione triste, colori meravigliosi.

 

colori d'autunno

Il papavero Rosso

Cosa c’è di più bello di un campo di grano non ancora maturo.. quel verde pulito, brillante, fresco, puro, appena nato.
Altrettanto lo è il coraggioso papavero rosso, la sua delicatezza, il suo stelo così esile, ma imperterrito a resistere.
Eppure, è solo lì in mezzo, con tutta la sua bellezza, ognuno che passa lo nota, sa di essere apprezzato, ma è solo.
Il suo coraggio ad essere nato proprio là, adesso gli serve solo per essere notato per la sua bellezza, niente di più.
E lui stesso conosce e apprezza la bellezza del campo di grano, che però lo sovrasta, per la sua imponenza, ma alla fine è lì che ha deciso di nascere.
Il papavero rosso è piccolo e solo, ma si nota più del grande campo di grano verde.

La Dama Cuce Sdruce

La Dama Cuce Sdruce, viene da lontano, e all’interno del suo nome ha anche parole tipiche del dialetto toscano.

E’ la Penelope di noi altri, che per imparare e sperimentare cuce e scuce ( sdruce, dal dialetto toscano) lo stesso pezzo varie volte instancabilmente fino a che non viene raggiunta l’artigianale perfezione.

E’ l’arte della creazione, dove un’idea diventa realtà, libera nello spazio e nel tempo.

Dai tempi in cui un ritaglio di stoffa raccolto per terra dallo scarto del vestito che cuciva la mamma, diventava un perfetto abito elegante per la piccola bambolina, si arriva ad oggi che le misure sono quelle del corpo adulto, sul quale adattare infinite possibilità.

Frutto di anni di esperimenti e esperienza, l’amore per il fatto a mano, l’arte del cucito, esprimono passione e ricercatezza, tramandata nelle generazioni.
Questo accessorio ha tutte queste caratteristiche e catturerà l’attenzione di chi apprezza l’artigianalità.
Materiali di ottima fattezza, e di alta qualità per articoli pratici, comodi, irrinunciabili e duraturi nel tempo.
Ogni creazione è unica ed esclusiva, e non replicabile.

 

Cucesdruce * fatto a mano